Hydros progetta sistemi di clorazione sia in fase liquida che gassosa. Generalmente per portate ridotte, il cloro nella fase gassosa viene usato direttamente, mentre su portate elevate è preferibile usare il cloro nella fase liquida che viene vaporizzato e iniettato nel sistema attraverso un dispositivo iniettore.

Hydros è in grado di progettare e costruire sistemi per portate piccole e grandi con particolare attenzione al rispetto delle normative che regolano l'uso del cloro e con particolare riferimento alle disposizioni delle seguenti istituzioni / leggi:

Cl               The Chlorine lnstitute USA
WCC           World chlorine Council
IS 4263      Code of safety for chlorine


Tutti i nostri sistemi sono progettati con la massima cura nella scelta dei materiali e delle attrezzature installate al loro interno per garantire una lunga durata, una facile manutenzione e una totale sicurezza per l'operatore.



Cos'è la disinfezione?

L'esposizione umana alle acque reflue scaricate nell'ambiente è aumentata negli ultimi 15-20 anni con l'aumento della popolazione e la maggiore richiesta di risorse idriche per la ricreazione e altri scopi. Le acque reflue vengono disinfettate per prevenire la trasmissione di malattie infettive e per garantire che l'acqua sia sicura per il contatto umano e per l'ambiente. Non esiste un disinfettante perfetto.

Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche da cercare quando si sceglie il disinfettante più adatto:
• capacità di penetrare e distruggere agenti infettivi in ​​condizioni operative normali;
• mancanza di caratteristiche che potrebbero essere dannose per le persone e l'ambiente;
• maneggevolezza, spedizione e stoccaggio sicuri e facili;
• assenza di residui tossici, come composti cancerogeni, dopo la disinfezione; e • costi a prezzi accessibili e costi operativi e di manutenzione (O & M).


Cos'è la disinfezione con cloro?

Il cloro è il disinfettante per acque reflue più utilizzato negli Stati Uniti e uccide la maggior parte di batteri, virus e altri microrganismi che causano malattie. Il cloro viene introdotto nelle acque reflue sotto forma di gas, ipocloriti (compresse, soluzioni o polvere) e altri composti. Le diverse forme di cloro utilizzate negli impianti di trattamento delle acque reflue sono il cloro gassoso, la soluzione di ipoclorito di sodio, l'ipoclorito di calcio e il cloruro di bromo. L'acqua di scarico e il cloro vengono prima miscelati completamente in meno di 1 secondo e quindi entrano in una camera di contatto sconcertata per consentire il tempo necessario per la disinfezione. L'effluente viene quindi scaricato nell'acqua ricevente. I residui di cloro possono persistere nelle acque reflue trattate per molte ore. Per minimizzare l'effetto sulla vita acquatica e sull'ambiente, la maggior parte degli stati richiede che le acque reflue clorurate siano declorate. La declorurazione è il processo di rimozione del residuo di cloro prima della scarica. Alcuni prodotti chimici decloranti comunemente usati sono anidride solforosa, bisolfito di sodio, metabisolfito di sodio e carbone attivo. Vedi sotto l'immagine per un diagramma di flusso del processo di clorurazione usando cloro liquido e declorazione usando anidride solforosa.


Quali sono i vantaggi dell'utilizzo della disinfezione con cloro?
• Il cloro è una tecnologia consolidata.
• Attualmente, il cloro è più conveniente rispetto ad altri metodi di disinfezione (tranne quando è necessaria la declorazione e devono essere soddisfatti i requisiti del codice antincendio).
• Il residuo di cloro che rimane nell'acqua di scarico scaricata può prolungare la disinfezione anche dopo il trattamento iniziale e fornisce anche una misura dell'efficacia.
• La disinfezione con cloro è affidabile ed efficace contro un ampio spettro di microrganismi.
• Il dosaggio flessibile consente un maggiore controllo sulla disinfezione poiché le caratteristiche delle acque reflue variano di volta in volta.
• Il cloro può eliminare gli odori nocivi durante la disinfezione.


Cosa determina le prestazioni della disinfezione con cloro?
L'efficacia della clorazione dipende dalla dose, dal fabbisogno di cloro delle acque reflue, dal residuo di cloro, dalla quantità di tempo in cui le acque reflue sono a contatto con il cloro, dal numero di coliformi fecali nelle acque reflue e da altre caratteristiche delle acque reflue. Il grado di disinfezione richiesto può essere raggiunto variando la dose e il tempo di contatto per qualsiasi sistema di disinfezione con cloro. La dose di cloro varia solitamente da 5 a 20 milligrammi per litro (mg / L). Per prestazioni ottimali, il sistema di clorazione deve essere progettato in modo tale che l'acqua di scarico scorra in modo turbolento in un flusso a spina in tutta la camera di contatto, garantendo una miscelazione completa. Questa miscelazione consente al cloro di avere il massimo contatto con l'acqua di scarico e garantisce che non vi siano zone morte (parti non utilizzate) del serbatoio.


 

Generiche scheme for chlorination system


 

© 2015 HYDROS Zona Industriale Tito (Pz) - T. +39 0971 651311 - info@hydros.net - P.iva 01380110765